Dal 20 giugno la mostra “LA MUSICA ITALIANA E’ PASSATA DI QUI”

Fino al 12 settembre la storia degli anni d’oro del Ferragosto Andornese.

La manifestazione per oltre sessant’anni, dal 1936 al 2000, è stato un punto di riferimento dell’estate biellese. Ma c’è stato un periodo, tra il 1958 e il 1973, che ha visto la manifestazione raggiungere l’apice dello splendore, sotto la guida dell’infaticabile Efrem Galliera, carrozziere di giorno e organizzatore di spettacoli di notte. Nell’arco di quei 15 anni il Ferragosto accolse le esibizioni dei più grandi artisti della canzone italiana (Mina, Celentano, Morandi, Pavone, Dalla, Pfm e molti altri), richiamando folle oceaniche di spettatori.

L’esposizione si svolgerà su tre sale del Museo del Territorio, con complessive 190 fotografie di vario formato (archivio Sergio Fighera e Lino Cremon dall’archivio Fondazione CRB), 10 pannelli didattici, 3 video a ciclo continuo. Ad essi si aggiungono alcuni preziosi “memorabilia”: vecchi manifesti pubblicitari (a partire da quelli delle prime edizioni, 1936-1939, disegnati da Piero Bora e conservati al Museo), contratti con gli artisti, autografi e dediche delle star, bilanci della manifestazione e storiche reliquie come il microfono regalato da Mina agli organizzatori.

In occasione della mostra sarà pubblicato e distribuito il catalogo, di 128 pagine con copertina rigida, avrà la prefazione del noto critico musicale Enzo Gentile. Il catalogo conterrà materiali in parte differenti da quelli in mostra, per un totale di circa 190 fotografie, contributi scritti e testimonianze.

La mostra e il catalogo rappresentano un significativo sguardo sulla musica e sul costume italiano nell’arco di tre decenni, dagli anni ’50 agli anni ’70. Dal punto di vista musicale sarà evidente il cambiamento dei gusti del pubblico con il passaggio di testimone dai vecchi cantanti melodici (Claudio Villa, Aurelio Fierro, Wilma De Angelis) agli urlatori (Celentano, Rita Pavone, Gianni Morandi, Caterina Caselli), dai nuovi paladini della canzone italiana (Al Bano, Nicola di Bari, Patty Pravo, Marcella, Iva Zanicchi, Mia Martini) ai gruppi progressive (Banco del Mutuo Soccorso, Formula 3, PFM).

Numerose foto del pubblico, degli avventori, delle coppie danzanti offriranno un ritratto d’epoca che va dai primi anni del boom economico alla contestazione descrivendo il cambiamento della società italiana, delle mode, dei costumi.

Dal 20 giugno al 12 settembre 2021, orari:
Giovedì: 10-14
Venerdì: 14-18
Sabato/Domenica: ore 10-18

L’ingresso è gratuito. (accesso alle sala consentito per max 10 persone in contemporanea)

ATTENZIONE: ai sensi dell’art. 3 del DECRETO LEGGE 23 luglio 2021, n. 105 e dell’art. 9 bis del DECRETO LEGGE n. 52 del 22 aprile 2021, a partire dal 6 agosto 2021, l’ingresso in Museo e alle mostre temporanee per i maggiori di anni 12 è consentito in zona bianca esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 (le certificazioni comprovanti lo stato di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 o guarigione dall’infezione da SARS-CoV-2, ovvero l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus SARS-CoV-2 entro le 48 ore precedenti).

Nelle more dell’adozione del DPCM contenente le specifiche tecniche per trattare in modalità digitale le predette certificazioni, possono essere utilizzate le certificazioni rilasciate in formato cartaceo.

 

MUSEO TEMPORANEAMENTE CHIUSO DAL 24.05 al 4.06

Per permettere l’allestimento della mostra “ARTE VIRTUALE EXPERIENCE: MONET+VAN GOGH”, che aprirà al pubblico il 5.06, il Museo resterà temporaneamente chiuso dal 24.05 al 4.06

Fino al 23.05 il Museo è ad ingresso gratuito ed è aperto il mercoledì e il sabato dalle 15 alle 18.30, giovedì, venerdì e domenica 10-12.30 / 15-18.30

Dal 5 giugno la mostra “ARTE VIRTUALE EXPERIENCE: MONET+VAN GOGH”

ACQUISTA QUI IL BIGLIETTO ON-LINE

Un incredibile viaggio virtuale nel tempo alla scoperta di Van Gogh e Monet.

Vedi, senti, vivi i luoghi che hanno ispirato i due giganti della pittura più amati di sempre.

Grazie alla tecnologia VR il visitatore sarà immerso a 360 gradi nei paesaggi, nei colori e nelle atmosfere di Arles e Giverny, come se stesse vivendo all’interno del quadro.

La mostra, prodotta e distribuita a livello internazionale da Next Exhibition srl, è realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Città di Biella e con il Patrocinio della Città di Biella

Apertura al pubblico: 5 giugno – 5 dicembre 2021

Orari: giovedì 10-14, venerdì 14-18, sabato e domenica 10-18

BIGLIETTI: ACQUISTA QUI IL BIGLIETTO ON-LINE 

INFO: www.artevirtualexperience.it info@artevirtualexperience.it

Ingressi consentiti per n. 20 persone ogni 30 minuti. L’utilizzo dei visori è consentito a partire dai 10 anni di età.

ATTENZIONE: ai sensi dell’art. 3 del DECRETO LEGGE 23 luglio 2021, n. 105 e dell’art. 9 bis del DECRETO LEGGE n. 52 del 22 aprile 2021, a partire dal 6 agosto 2021, l’ingresso in Museo e alle mostre temporanee per i maggiori di anni 12 è consentito in zona bianca esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 (le certificazioni comprovanti lo stato di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 o guarigione dall’infezione da SARS-CoV-2, ovvero l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus SARS-CoV-2 entro le 48 ore precedenti).

Nelle more dell’adozione del DPCM contenente le specifiche tecniche per trattare in modalità digitale le predette certificazioni, possono essere utilizzate le certificazioni rilasciate in formato cartaceo.

Scarica il comunicato stampa: cs ARTE VIRTUALE Biella

 

RETE MUSEALE BIELLESE – Nuovo bando di selezione per operatori museali

La RETE MUSEALE BIELLESE ha reso pubblico il bando di selezione per i nuovi operatori museali delle varie sedi interessate, tra cui il nostro Museo.

L’incarico consisterà nell’accoglienza ai visitatori, nella conduzione di visite guidate e nella gestione dei patrimoni presso il sito al quale gli operatori verranno destinati nelle 17 domeniche comprese tra il 6 giugno e il 26 settembre, con orario 14.30-18.30.

INFO: Ecomuseo Valle Elvo e Serra – Via Bagneri, 2 – 13817 Sordevolo (BI) – 349 3269048 – coordinatore@ecomuseo.it

RMB21 Bando di selezione Operatori

RMB21 Modulo di ammissione Operatori (1)

IL MUSEO RIAPRE

Nel rispetto del Decreto Legge n. 52 del 22 aprile 2021, il Museo riapre al pubblico, fino al 23.05, con ingresso gratuito nei seguenti orari:

Mercoledì, sabato: 15-18.30, giovedì, venerdì e domenica 10-12.30 / 15-18.30.

Per le giornate di sabato, domenica e festivi, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA almeno un giorno prima telefonando allo 015.2529345 o 329.9029036 nei seguenti orari: da lunedì a venerdì 9-12.30/14-16.30, sabato 15-18.

Capienza massima sale espositive al primo piano n. 40 persone contemporaneamente, sale espositive al piano terreno n.10 persone contemporaneamente.

Obbligo di indossare la mascherina durante tutta la durata della visita, mantenere il distanziamento di almeno un metro nelle sale, misurazione della temperatura all’ingresso.

In biglietteria potranno sostare un numero massimo di tre persone contemporaneamente.

Riapertura-Museo-28-aprile-21

Dal 24.05 al 4.06 il Museo resterà TEMPORANEAMENTE CHIUSO per permetterà l’allestimento della mostra “ARTE VIRTUALE EXPERIENCE: MONET + VAN GOGH”.

TRAVESTIMENTI & TRASFIGURAZIONI: per Carnevale mettiamoci in gioco!

Proseguono le nostre attività on-line. In occasione del Carnevale 2021, il Museo, in collaborazione con lo staff didattico di Ideazione Società Cooperativa, propone l’iniziativa “Travestimenti&Trasfigurazioni”, incentrata sui temi per antonomasia associati al Carnevale.

Il messaggio che si vuole lanciare con questo evento è: “riutilizza ciò che hai in casa e realizza, attraverso la tua personale chiave di lettura, un nuovo capolavoro.”
L’attività pratica prevede la realizzazione, da parte dei partecipanti, di opere d’arte rivisitate in chiave moderna, con lo scopo di ricreare un’immagine che ricordi l’opera o i reperti del Museo, ma non ne sia una loro copia.

A supporto dell’attività ci sarà questa scheda didattica Scheda_Travestimenti e trasfigurazioni con l’elenco delle opere e dei reperti con cui confrontarsi e ottenere informazioni in merito ai dettagli più interessanti utili alla resa della “trasfigurazione/trasformazione”;

I partecipanti, quindi, adulti o bambini, potranno essere così i protagonisti di una mostra virtuale in cui verranno presentate le creazioni artistiche prodotte.
Le opere realizzate dovranno essere inviate, con titolo, autore e liberatoria (scaricabile qui Liberatoria_immagini_ Travestienti&Trasfigurazioni) alla mail museo@comune.biella.it dal 3 al 16 febbraio e dal 17 febbraio verranno pubblicate sulle pagine social del Museo (Facebook, Instagram e Twitter)

Qui rivisitazione dell’opera “Riflessioni di un affamato” di Emilio Longoni, a cura di Marco e Daniele Morena.

IL MUSEO RIAPRE!

Grazie al passaggio in “zona gialla” della nostra Regione, il Museo riapre le sue porte al pubblico.

La visita sarà gratuita fino al 26.02 con i seguenti orari:

lunedì, martedì e mercoledì: 15-18.30, giovedì e venerdì: 10-12.30 / 15-18.30

I visitatori dovranno indossare la mascherina durante la visita e rispettare le norme sul distanziamento all’interno delle sale espositive.

Indicazioni per la visita: Riapertura Museo periodo 1-26 febbraio ’21